Loading...

Le ore piccole

Eccolo, il libro che ho chiesto in regalo alla mia sconosciuta amica del book swap promosso da Cristina e il suo blog solo_un_altra_pagina.

Non avevo mai letto nulla di Gianrico Carofiglio e volevo rimediare. Di questo volume mi attirava il titolo e anche la sinossi: rapporti genitori e figli, il viaggio…

E così qualche sera fa si è ripetuto il rito della nuova lettura: uno sguardo ancora alla copertina, lettura delle note biografiche, un’occhiatina al numero di pagine e poi … e poi sono partita per Marsiglia anche io, al seguito di questa strana coppia, come un bagaglio a mano, poco ingombrante, silenziosa e attenta.

Aprendo il libro ho trovato la dedica della mia nuova amica Rita: che piacevole sorpresa, non me n’ero accorta quando, a Natale, avevo aperto il pacchetto recapitato da una libreria affiliata a Book Dealer, il distributore del nostro scambio.

La trama sembra prevedibile, un padre e un figlio che, costretti a passare del tempo da soli, si riscoprono: ma questa è solo ‘l’intenzione’, per usare un termine jazzistico di cui ho imparato il significato leggendo Le tre del mattino. Ciò che si sviluppa è interessante e coinvolgente, amaro in alcuni passaggi, ma mai banale.

Tanti sono i passaggi sottolineati, riportati nel mio personale quaderno delle citazioni: ne riporto uno che nulla toglie al racconto e protegge la trama da qualsiasi fastidiosa anticipazione:

Ci sono occasioni in cui occorre parlare e non bisogna dare nulla per scontato. Poi ci sono occasioni in cui, invece, devi rimanere in silenzio perchè nell’aria c’è qualcosa d’impalpabile e prezioso, e le tue parole potrebbero disperderlo in un istante.

Sono due concetti semplici. La parte difficile è decidere quando applicare una regola e quando l’altra.

Gianrico Carofiglio, Le tre del mattino, Einaudi Collana Stile Libero Big, 2017

3 Mi piace

You might also like

No Comments

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.