Loading...

Schiaffi d’inchiostro

Succede a volte di essere nel pieno di una lettura e di viaggiare, per così dire, con il pilota automatico: l’atmosfera è consolidata, i personaggi sono conosciuti e quasi reali nella nostra mente, la storia volge al termine e ci stiamo preparando a prendere congedo da un mondo, una storia, delle vite inventate.

Accade poi che sulla pagina compaiano delle parole che scuotono dal torpore e risvegliano la coscienza: è successo a me, imbattendomi in questa frase che legge tra le righe del dolore con un occhio sincero, implacabile:

Quando perdi una persona, il dolore è per te stesso, che non la vedrai più, non sentirai più la sua voce, che senza di lei, credi, non resisterai. Il dolore è egoista: era questo a farmi rabbia.

Uno schiaffo, sonoro, quasi doloroso: mi sono riconosciuta in questa affermazione e, sospetto, avrà lo stesso effetto su molti di voi.

Il romanzo è ‘Le assaggiatrici’, l’autrice Rosella Postorino.

3 Mi piace

You might also like

No Comments

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.